Ellittica, workout per principianti e obiettivi

Le indicazioni fondamentali per l’uso corretto dell’ellittica. Come allenarsi: consigli pratici per principianti ed esperti. Quali obiettivi: perdere peso e tonificare la resistenza.

La cyclette ellittica è un pilastro fondamentale del fitness, un attrezzo unico che riesce a coniugare, grazie a un corretto programma di allenamento, i benefici del cardio con un’efficace stimolazione total body. È adatta a tutti, sia ai principianti che desiderano avvicinarsi al mondo del fitness, sia alle persone più allenate. Per utilizzare in maniera adeguata l’ellittica e trarrei massimi benefici da questa stupefacente macchina, occorre procedere attraverso tappe ben precise. Un controllo medico è il gradino dal quale partire.

 

L’obiettivo
Il primo punto di un corretto programma di allenamento con consiste nel chiarire l’obiettivo al quale si vuole arrivare: dimagrire, potenziare alcune fasce muscolari, mantenere la forma, migliorare le proprie prestazioni fisiche. Stabilire il proprio grado di forma è necessario, inoltre, per evitare di impostare sessioni che alla fine si riveleranno eccessivamente faticose e inutili. Munirsi di una cyclette ellittica con cardiofrequenzimetro ti permette di sorvegliare i battiti e lavorare tranquillamente.

 

La postura
La pastura adeguata per effettuare un allenamento corretto che eviti spiacevoli contratture e che assicuri un’efficace rimodellamento della silhouette, consiste nel porsi con la schiena diritta, il collo allungato, i gomiti aperti a 90°e la testa alta.

Workout per principianti
Il programma dell’allenamento con ellittica per i principianti dovrà svolgersi inizialmente in due sedute settimanali che andranno ad aumentare gradualmente, sia per quanto riguarda l’intensità che la frequenza. Di durata non superiore ai 20 minuti, gli allenamenti dovranno prevedere sempre una fase di riscaldamento e una, al termine della sessione, di defaticamento e stretching.
Per i primi 5 minuti la resistenza dell’apparecchio va programmata al minimo. Pedalate ritmiche, lente ma continue, prepareranno i muscoli al successivo lavoro ed eviteranno un eccessivo affaticamento. A questo punto occorre aumentare, tramite l’apposita leva, la resistenza della macchina e la frequenza delle pedalate. Per dieci minuti, il lavoro diventa intenso e costante. È necessario, in questa fase, mantenersi idratati e bere acqua a piccoli sorsi. Gli ultimi acque minuti si tornerà all’intensità iniziale. Il defaticamento aiuterà il recupero e consentirà ai muscoli di stirarsi e alle articolazioni di recuperare dopo l’intenso sforzo.
L’ideale è arrivare cero sessioni settimanali per assicurare il raggiungimento di una buona forma fisica, obiettivo da inseguire senza mai forzare il proprio fisico. Il principio fondamentale da tenere sempre ben presente, in un percorso per principianti, è quello di considerare più efficaci le pedalate continue piuttosto che gli improvvisi scatti.

Workout per esperti
Anche chi è già allenato può usufruire di un corretto programma d’allenamento con che possa garantire il mantenimento della forma fisica e la solIecitazione di alcune fatte muscolari. Il punto fondamentale dal quale partire è quello di un warm up accurato. I muscoli, anche quelli molto allenati, hanno sempre bisogno di un’adeguata fase di riscaldamento.
Le sessioni, in media tre alla settimana, dovranno durare intorno ai 45 minuti. L’intensità e la frequenza delle pedalate, va calibrata sul proprio grado di allenamento. Occorrerà prestare massima attenzione alla respirazione, che dovrà essere sempre adeguata e profonda, e ricordarsi di bere, per permettere ai muscoli di espellere in maniera corretta le tossine.
La sessione inizierà con pedalate leggere che andranno ad aumentare d’intensità. Nei modelli più elaborati, sarà possibile variare anche la pendenza. I muscoli, in questo, modo, saranno adeguatamente sollecitati. Lo stretching finale sarà l’ultima tappa fondamentale, necessaria per recuperare e per evitare gli eventuali fastidi tipici di una sessione impegnativa.

 

Perdere peso
Se l’obiettivo principale è quello della perdita di peso, il programma d’allenamento con l’ellittica è un formidabile alleato. La quantità di calorie bruciate dipende dalla distanza percorsa unita all’intensità della pedalata. L’allenamento alternato è formidabile per raggiungere questo scopo. Basterà sostituire un ritmo intenso a un ritmo meno faticoso per tutta la durata della sessione.
La durata media dovrà essere di circa 30/35 minuti per tre volte alla settimana. I grassi verranno bruciati dall’intensità e dalla particolarità di questo training sull’ellittica, non adatto alle persone gravemente obese. Affiancato da una corretta alimentazione, questo allenamento consente non solo di dimagrire ma anche di tonificare efficacemente il corpo e aumentare la propria resistenza fisica. Anche in questo caso, vale il principio fondamentale dell’adeguato riscaldamento e soprattutto dello stretching finale, che possa dar modo ai muscoli di recuperare efficacemente.

 

Rafforzare la resistenza fisica
Aumentare la propria resistenza fisica è un altro traguardo raggiungibile tramite e un allenamento adeguato. Questa macchina va a stimolare i muscoli delle cosce, i glutei, i polpacci, gli addominali e i muscoli bassi della schiena. Insieme a questi benefit, riesce, tramite il training cardio, a migliorare la circolazione e a donare nuova efficienza al cuore.
Tre volte a settimana, per circa mezz’ora al giorno con pedalate di media intensità, riescono a scaricare l’organismo da qualsiasi forma di stress, aumentano la flessibilità delle articolazioni e combattono la stanchezza. Il sangue viene adeguatamente ossigenato e la resistenza agli stimoli esterni aumenta in maniera esponenziale.

Lascia un commento o un feedback