Cyclette, regolazione di sella e manubrio per la corretta postura

FFitness continua ad approfondire l’argomento: qual è la giusta posizione per la schiena durante l’esercizio con la cyclette? Ci soffermiamo ancora sulla sella e sul manubrio per potenziare i benefici della cyclette.

Sono moltissime le qualità dell’attrezzo sportivo per eccellenza, la cyclette: infatti, il suo utilizzo non presenta alcuna controindicazione, ma consente di fare dell’attività fisica, senza sforzare eccessivamente le articolazioni delle gambe (se si acquista una cyclette magnetica e non con cinghia in velcro). La cyclette è apprezzata e utilizzata in tutto il mondo non solo per bruciare grassi o rassodare i glutei, ma anche come tonico per il nostro sistema cardiocircolatorio. Tuttavia, il suo corretto utilizzo prevede di mantenere una postura corretta durante tutto l’arco dell’allenamento. FFitness sta insistendo su questo argomento, anche su richiesta di alcuni nostri utenti e acquirenti che hanno acquistato alcune delle nostre cyclette.

Tutto ciò di cui hai bisogno è, ovviamente, una cyclette, una bottiglietta d’acqua e un abbigliamento sportivo che ti consenta di muoverti liberamente. Per mantenere una postura corretta sulla tua cyclette è necessario che il peso del tuo corpo non gravi solo e completamente sulla povera e già affaticata schiena, ma bensì sul sellino della tua cyclette. In tal modo, potrai evitare eventuali problemi alle ginocchia, alla schiena e alla fascia lombare, assicurando alle tue articolazioni una corretta mobilità.

 

Miglioriamo i benefici della cyclette

Mantenendo una postura corretta sulla cyclette, potrai aumentare gli effetti benefici dell’uso di quest’attrezzo, migliorando i tuoi risultati con il minimo sforzo. Per mantenere la postura più corretta possibile bisogna fare alcune regolazioni sulla cyclette che variano da utente ad utente. Bisogna regolare l’altezza del sellino, quella del manubrio e fare attenzione all’impugnatura dello stesso. Il sellino deve essere regolato in altezza in modo che quando pedali la tua gamba, nel punto di maggiore allungamento, sia completamente allungata sul pedale, mantenendo però sempre una presa salda su di esso. Per questo motivo, prima di acquistare una qualsiasi cyclette, è importante fare una attenta valutazione al cavallo minimo e massimo, ovvero alla distanza massima e minima tra la sella e il pedale disteso.

È importante anche che la pedalata non risulti eccessivamente “alta”, ossia che il ginocchio, nel punto più alto della pedalata non arrivi troppo sù. Il ginocchio, insomma, non deve mai arrivare a toccare la parte dell’addome. Durante l’allenamento è importante anche poggiare bene i piedi sui pedali, in modo da non inclinare il peso del corpo ne a sinistra ne a destra del piccolo sellino. In questo caso, sono molto utili anche i blocchi per i piedi, che tengono le scarpe ben salde al pedale: così non “perderai” mai la pedalata e non rischierai nemmeno di farti male.

 

Regolazione del manubrio

Altro aspetto molto importante è la regolazione del manubrio, cosa a cui molti non prestano, erroneamente, attenzione. Anche in questo caso, va regolata la sua altezza, che in nessun caso dovrà mai essere superiore a quella del sellino e che possa, ovviamente, anche essere facile da raggiungere distendendo le nostre braccia. Se il manubrio è posizionato in modo corretto, il busto si inclina leggermente in avanti, quindi avrai degli addominali leggermente contratti. A una distanza equivalente a quella delle spalle, appoggia le mani sul manubrio.

Mentre ci si allena è errato staccare le mani dal manubrio, poiché tenendole salde sull’attrezzo potrai favorire una corretta postura del nostro corpo, mantenendo la colonna vertebrale bilanciata e ben allineata. Eviterai, perciò, tensioni dovute ad un carico eccessivo sulla schiena e sulla colonna vertebrale.

Lascia un commento o un feedback